Laser Frazionato CO2

laser-frazionato - Dr. Giuseppe Sito

Il Laser colpisce solo il bersaglio stabilito. Come recita il nome – Light Amplification by Stimulated Emission of Radiation – emette, infatti, onde “coerenti” (che si spostano cioè in modo uniforme e in una sola direzione), della stessa lunghezza e del medesimo colore.

Tra i più completi ed efficaci, spicca il laser CO2 pulsato: si avvale di un raggio ad anidride carbonica che agisce sul contenuto d’acqua delle cellule, vaporizzandole, senza danneggiare o ustionare i tessuti circostanti.

Viene spesso utilizzato al posto del bisturi per eliminare una serie di inestetismi (verruche, fibromi, condilomi, cheratosi anche seborroiche, cicatrici da acne e ipertrofiche, piccole neoformazioni benigne, rinofima). E ringiovanisce la pelle anche molto danneggiata (da sole, fumo & C), attenuando macchie e rughe sottili e profonde e rendendola più tonica e compatta.

Questo perché elimina gli strati cutanei più superficiali, stimolando, nel contempo, la contrazione delle fibre di collagene ed elastina presenti nel derma.

Il laser frazionato CO2 permette di compattare la pelle, ridurre la presenza delle rughe fini e dei pori dilatati; può agire in maniera efficace anche su cicatrici da acne e sulle discromie cutanee.


In pratica consente di eliminare lo strato superficiale della pelle, quello cioè dove si concentrano i difetti più visibili e, allo stesso tempo, stimolare fortemente gli strati profondi sì da avere un intenso processo di ringiovanimento o di riparazione tissutale.

L’impiego dello scanner frazionato al posto del precedente tipo “ablativo” riduce notevolmente il down time (tempo di ritorno alla vita sociale dopo il trattamento) poichè le microaree trattate si intervallano a zone indenni con il risultato di una più rapida guarigione.

L’utilizzo del manipolo cosiddetto chirurgico, ma che consente tagli precisissimi senza i problemi che il bisturi sempre prevede, permette inoltre di effettuare la rimozione mediante vaporizzazione di lesioni benigne della cute quali: nevi, fibromi, cheratosi, condilomi, angiomi, verruche, xantelasmi, siringomi, discromie cutanee.

Niente sole prima e dopo
I suoi vantaggi rispetto ad altri laser? Precisione assoluta, danno termico, sanguinamento e tempi di guarigione ridotti, cicatrizzazione migliore. Senza dimenticare che garantisce un “livellamento” uniforme delle zone trattate. In certi casi, come le cicatrici post acneiche più atrofiche (di colore rosso vivo, consistenza fibrosa, pruriginose e facilmente infiammabili), le cicatrici “avvallate” (cioè infossate) e gli xantelasmi (depositi di colesterolo giallastro, delimitato sotto la pelle, che di solito compare sopra o intorno alle palpebre), il laser CO2 può essere utilizzato anche in versione “frazionale”. Funziona producendo migliaia di micro-forellini sotto gli strati superficiali dell’epidermide, favorendo, così, la progressiva sostituzione dei tessuti rovinati con altri più giovani e sani. Solo un’accortezza: prima (almeno un mese) e dopo (almeno due) il trattamento, è necessario evitare l’esposizione al sole o a lampade abbronzanti e non assumere farmaci che aumentano la sensibilità della pelle alla luce.

3 regole per non sbagliare
1) Prima di sottoporvi a un trattamento laser, consultate uno specialista per un accurato check-up della pelle, che identifichi anche il fototipo e sottoponga a controllo tutti i nei. E ricordate che in caso di allergie o di dermatiti, il laser non è consigliabile. Dunque, diffidate di chi te lo propone come un toccasana universale. 2) Informatevi in anticipo su quante sedute servono per risolvere il tuo problema, sui risultati che vi potete attendere e il tipo di anestesia utilizzata. 3) Chiedete referenze allo specialista prescelto, per assicurarvi che abbia la competenza e l’esperienza necessarie a gestire eventuali problemi.

Laser frazionato all’anidride carbonica per ringiovanire il viso

James Bond, a me viene in mente James Bond quando nei nostri congressi e nella nostra attività si parla di laser: ricordiamo in Gold Finger James Bond inchiodato su una tavola di acciaio che veniva piano piano segata da un laser.

Oggi questo laser lo lasciamo alle industrie lo lasciamo anche ai film, all’ottimo James Bond di cui tutti siamo stati innamorati, ma il laser che noi adoperiamo, laser lo ricordo è un acronimo, è una parola che serve solo a dire che è un’emissione di luce e dire laser è un po’ poco perchè bisognerebbe citare la fonte di luce, quindi parlare di laser all’alessandrite, di laser neodimio-yag e così via, ma quando oggi parliamo di laser noi intendiamo una fonte luminosa in grado di svolgere molteplici funzioni e tra le molteplici funzioni, a seconda della sorgente luminosa, potremmo parlare di epilazione, potremmo parlare di ringiovanimento ma quello che ci preme sottolineare è che il laser è sempre accompagnato da molti effetti collaterali quindi rossore, eritema, edema ovvero gonfiore, talvolta il viso più scuro e così via.

Ecco che come sempre l’azienda viene in nostro soccorso perchè si è scoperto che piuttosto che usare un unico fascio luminoso, quindi un’azione energica e potente concentrata in un punto solo, noi oggi possiamo adoperare quello che noi chiamiamo il laser frazionato ed in particolare il laser ad anidride carbonica frazionato: attenzione perchè di laser frazionato si parla già da tempo, ma di laser all’anidride carbonica, e quindi un laser piuttosto potente frazionato, credo che siamo tra i primi a parlarne.

Perchè? Perchè l’anidride carbonica fa si che il laser diventi molto incisivo che serve a togliere verruche, condilomi, nei, ma che serva anche e soprattutto a togliere le rughe, il fotoringiovanimento, con un’azione che non è più solo focalizzata in un punto ma che sfrutta la dispersione dell’energia in più punti al fine di avere meno effetti collaterali, meno rossore, meno edema e che addirittura la paziente possa tornare rapidamente alle proprie attività sociali e lavorative in maniera tale che non ne abbia poi le conseguenze che i vecchi laser davano.

Allora il laser frazionato all’anidride carbonica è l’ultima novità in tema di laser; è un laser maneggevole, è un laser sicuro e soprattutto è un laser che non lascia complicazioni di sorta ma dà anzi luogo a degli effetti benefici, sorprendenti per la loro efficacia e soprattutto direi pressochè immediati, non rapidi come un filler, non rapidi come la tossina botulinica, ma sicuramente molto efficaci.

Oggi chi non vuole ringiovanire, chi non vuole poi avere dieci anni di meno è solo perchè non lo desidera: abbiamo i mezzi e abbiamo la possibilità per farlo.

Open chat