L’acne? Ha i giorni contati

Patologia assai frequente nei giovanissimi, ma non solo. L’acne. Clinicamente è suddivisa, a seconda dell’aspetto, in comedonica, papulosa, pustolosa e nodulo-cistica, tutte tipologie che possono anche intersecarsi tra loro. 

Si tratta dunque di una vera e propria disfunzione della pelle che, quando si scatena in forma aggressiva e non viene curata adeguatamente, può lasciare cicatrici deturpanti. Si manifesta con la comparsa di depositi di sebo sottocutanei stratificati (comedoni, papule, pustole, noduli ….) visibili a occhio nudo e localizzati solitamente sul viso, ma anche in altre parti del corpo come spalle, torace, schiena e glutei. Molteplici le cause:

  • seborrea marcata (eccesso di sebo),
  • disfunzioni ormonali,
  • componenti genetiche,
  • fattori psicologici,
  • particolari situazioni di stress,
  • difficoltà digestive
 e cattiva alimentazione, ricca di grassi e salse speziate, ma povera di frutta, verdura e fibre.

Tra i trattamenti medici all’avanguardia delle pelli acneiche e seborroiche spicca: Acnelan Mesoestetic. Al centro delle formule un brevetto esclusivo, m.acne complex™, formato da un mix di attivi mirati – acidi salicilico e mandelico, lepargillato sodico e bexaretinyl complex – dall’azione complementare e sinergica contro i fattori che provocano l’acne. Dal controllo della proliferazione batterica, alla riduzione del rossore e della tumefazione epidermica, fino all’attenuazione delle iperpigmentazioni post-acneiche.

In genere, sono 3 le sedute consigliate per ottenere effetti visibili, ogni 15-21 giorni, che possono diventare 6 in caso di acne resistente. Ognuna in tre step.
Primo: lo specialista applica sul viso e sulle zone interessate dall’inestetismo, Acnelan Multifactor Mask, maschera (a pH 3,5) ultra concentrata e disintossicante in gel dalla prevalente azione cheratolitica e antibatterica, in grado di catturare i filamenti seborroici, esfoliare e detergere in profondità̀ la pelle.

Secondo: il medico estetico vaporizza Post-Peel Neutralizing Spray, soluzione riequilibrante e lenitiva (pH 8,6), arricchita con bicarbonato di sodio (agente neutralizzante) e aloe vera (emolliente e idratante) per affievolire e neutralizzare gli effetti più aggressivi della maschera.

Terzo: è ora la volta del gel Pore Sealing Shield, sorta di “scudo protettore”, a base di zinco, aloe vera e rame, che prolunga e preserva l’efficacia degli attivi utilizzati durante la prima fase del trattamento e lenisce la pelle, facilitando la chiusura dei pori trattati.

Una terapia di mantenimento domiciliare con i prodotti della stessa linea completa il trattamento. Per sottoporsi ad Acnelan, sono necessarie alcune accortezze. Durante le tre settimane prima della seduta, il paziente non deve sottoporsi a nessun altro esfoliante professionale (dermoabrasione, microdermoabrasione, peeling a ultrasuoni…).

Così nei 5 giorni precedenti, non deve utilizzare sostanze abrasive o irritanti, né tingere, decolorare, depilare la zona interessata. Infine, da evitare le esposizioni prolungate al sole. Per effettuare filler e tatuaggi, dev’essere trascorsa almeno una settimana mentre la ripresa delle proprie attività, scuola, sport o attività socializzanti, è immediata.

Open chat