Glutei Sodi

Come avere Glutei Sodi e Scolpiti

glutei sodiGli ultimi sondaggi li danno come la parte più sexy del corpo femminile.

Parliamo dei glutei: averli rotondi ma non troppo, torniti, perfettamente modellati, è un desiderio di moltissime donne. Insomma: glutei sodi e scolpiti.

Un sogno che si può facilmente materializzare grazie alle diverse armi medico e chirurgo-estetiche oggi disponibili, che rappresentano delle buone alternative light all’inserimento di protesi (di solito in gel di silicone, ma più coeso rispetto a quelle per il seno), dai risultati dubbi e poco praticato in Italia.

  • GLUTEI SODI E SCOLPITI: BODY SHAPING CON MACROLANE

Con il primo filler di acido ialuronico per il body shaping (in gel piuttosto denso e viscoso), si possono rimodellare i glutei, rialzarli e aumentarne armoniosamente il volume.

In ambulatorio, dopo una leggera anestesia locale, si praticano una o più microincisioni (che non lasciano cicatrici), quindi il gel viene iniettato con una piccola cannula smussa, delle dimensioni di un grosso ago. L’effetto è immediato e  dura circa 12-18 mesi. Poi il trattamento va ripetuto.

  • GLUTEI SODI E SCOLPITI: EFFETTO PUSH UP

Con radiofrequenza (tipo Prowave)
È un apparecchio dotato di manipoli molto grandi, piatti e squadrati, che vengono applicati assieme ad una placca raffreddata a 4 gradi centigradi, quest’ultima con il compito di ridurre l’eventuale fastidio procurato dal trattamento.  Funziona così: il manipolo emette un flusso di energia che, quando raggiunge il derma, si trasforma in calore capace di “accorciare” le fibre di collagene rilassate e di renderle più toniche.

Nel frattempo, l’energia stimola anche l’iperproduzione di nuovo collagene, con un evidente effetto rassodante e push-up (senza, però, sortire un aumento di volume). Bastano 3-4 sedute, da ripetere dopo circa 2 anni e mezzo.

Con i fili chirurgici

In questo caso, si tratta di vero e proprio intervento chirurgico, sebbene soft. In anestesia locale, attraverso particolari e sottilissimi aghi, si inseriscono dei fili chirurgici leggermente elastici e riassorbibili, dotati di piccoli coni che permettono di fissarli  alla fascia del muscolo gluteo o alle ossa della regione lombo-sacrale. Dopo l’inserimento dei fili, la persona deve osservare alcuni giorni di riposo ed indossare una guaina contenitiva. È necessario un controllo ogni tre mesi, ma l’effetto dura per 12–18 mesi.

  • PER INESTETISMI VARI

Adipe
Il grasso localizzato sui glutei non solo apporta volume indesiderato, ma può anche trasformare la morfologia di questi distretti.

Si può ricorrere alla lipoglueteoplastica: ridefinisce la forma e aggiunge volume. Consiste nell’abbinare la classica liposcultura (in anestesia  locale o generale, attraverso delle microincisioni che non lasciano segni, vengono inserite delle cannule sottili che aspirano il grasso in eccesso, che non si riforma più), al lipofilling (reinserimento del grasso prelevato, dopo un opportuno processo di “purificazione”, così da restituire alla zona la rotondità ideale).

Con culotte de cheval
Per questo inestetismo, un mix di cellulite e cuscinetti di adipe localizzati su glutei e cosce, l’alternativa soft alla liposcultura sono gli ultrasuoni a bassa frequenza con azione focalizzata, capaci di colpire le aree specifiche di grasso resistente, frantumando le cellule adipose.

Tutto senza danneggiare vasi sanguigni e recettori nervosi, dunque senza dolore e senza alcuna formazione di granulomi e cicatrici. Completato il ciclo dei trattamenti (3-4 sedute in media), si può arrivare a perdere 1-2 taglie.

Subito dopo la seduta, si può tornare alle normali attività quotidiane. Ma per aiutare l’eliminazione dei residui di grasso mobilizzati dal trattamento, si consiglia di fare attività fisica, anche lieve, ed eventualmente aggiungere un ciclo di massaggi drenanti.